Back to Top

... doniamo la speranza di ricominciare ...

Disegni

                                         

 

                                    

 

 

Lettera post Covid-19

Carissimi Amici,

 

Desidero innanzitutto scusarmi per il lungo periodo di silenzio dovuto alla quarantena cui siamo stati tutti obbligati, a causa della pandemia da Covid-19.

Come ogni anno, in occasione delle festività pasquali, vi avremmo fatto pervenire le pagelle dei nostri bambini della Cité des Jeunes Nazareth ma, purtroppo, anche le nostre attività si sono dovute interrompere e abbiamo potuto raggiungervi solo attraverso i social network.

            Abbiamo dovuto rinviare la nostra annuale Cena di Beneficenza, quest’anno avrebbe partecipato una piccola delegazione dei nostri ragazzi ruandesi, invitati in Italia in occasione dei festeggiamenti per il centenario della nascita di San Giovanni Paolo II che, come sapete, volle con forza la costruzione della Cité.

            Abbiamo dovuto altresì rimandare anche la nostra annuale missione in Ruanda, prevista per ottobre.

            Tuttavia, l’Associazione Nolite Timere onlus, nonostante il periodo di chiusura totale, è stata comunque attiva. Chi ci segue sui social network sa che abbiamo organizzato una raccolta fondi per aiutare le famiglie di Giugliano che si sono improvvisamente ritrovate in gravi difficoltà, senza lavoro e prive, quindi, dei necessari mezzi di sostentamento. A tale proposito, siamo lieti di informarvi che finora sono stati raccolti circa 4240,00 euro.

La terribile esperienza da cui, con l’aiuto di Dio, stiamo uscendo, ci esorta a dare una mano a chi è in difficoltà, a confortare chi è nella disperazione. Siamo tutti figli dello stesso Padre e tutti membri della stessa famiglia. E’ imperativo, quindi, aiutarsi l’un l’altro.

 

… E VIDE E CREDETTE (Gv,20, 8)

In che cosa credette?

Che Gesù non era più in potere della morte, che era vivo per sempre (…)

La tomba era vuota, ma il cuore era pieno di una presenza! E la speranza si riaccese immediatamente!

 

 

                                                                                                                              Avv. Giovanni Abbate

                                                                                                          Presidente

Auguri di una Santa Pasqua 2020 "Pres. Avv. G. Abbate"

Farvi gli auguri per le prossime festività pasquali diventa per me una piacevole consuetudine.

La Resurrezione è speranza, è gioia, è coraggio, e la speranza, la gioia e il coraggio ci vengono da Cristo che muore in croce e risorge; entra nelle nostre vite e ci accompagna, anche quando non ce ne accorgiamo.

Il giorno di Pasqua ci invita al cambiamento, ci chiede di diventare donne e uomini nuovi: rinnovarsi significa avere la volontà di mettersi in gioco in prima persona, di dare un contributo affinché le disuguaglianze e le ingiustizie piccole e grandi possano essere superate; il “farsi carico” delle persone più bisognose deve essere parte del nostro vivere quotidiano. La nostra Pasqua diventi solidarietà con tutti quelli che sono nel bisogno!

Voi fate tanto e da tanto tempo per aiutarci nella nostra missione. Siamo lieti perciò di informarvi che la Cité des Jeunes “Nazareth” si arricchirà quest’anno di un nuovo dormitorio, la cui prima pietra è stata posata nel corso della nostra ultima missione a luglio 2019. L’inaugurazione avverrà quest’anno e sarà intitolato a San Giovanni Paolo II di cui ricorre il centenario della nascita.

Dobbiamo vivere e condividere con tutti la speranza di poter cambiare le cose, perché si possono cambiare.

Desidero, quindi, esprime a Voi e alle Vostre famiglie, auguri di una Santa e Serena Pasqua

 

… E VIDE E CREDETTE (Gv,20, 8) 

              In che cosa credette?

Che Gesù non era più in potere della morte, che era vivo per sempre (…)

La tomba era vuota, ma il cuore era pieno di una presenza! E la speranza si riaccese immediatamente!

 

                                                                                                                                                                                                                             Presidente Avv. Giovanni Abbate

Nuovo Dormitorio

Negli anni, la Cité des Jeunes Nazareth ha notevolmente aumentato il numero dei suoi giovani ospiti e questo ha reso necessario un ampliamento della struttura. Sono state costruite nuove aule scolastiche, un campo da calcio e uno da pallacanestro.

Nel corso dell’ultima nostra missione in Ruanda, nel luglio 2019, è stata poi posata la prima pietra per la costruzione di un nuovo dormitorio (vedi foto). Sarà intitolato a San Giovanni Paolo II di cui ricorrerà il centenario della nascita il 18 maggio 2020.

La nuova struttura sarà inaugurata nel corso delle celebrazioni. 

Pagina 1 di 2

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Info Cookies